B)SIDE

Menu e Ricerca

La mia vita è di mercoledi

foto-blog

Non esco mai il sabato sera perché è sabato sera. Ma anche se avessi una motivazione, non mi preoccuperei.
È da tanto che non esco il sabato sera. Mi piace pensare al mondo che si muove, che si veste, che si concia per bene, che si sfoga, che si beve un boccale di birra, che fa uno strappo alla regola, che respira più forte, che dorme di meno.
Mi piace sapere che sta tutto avvenendo mentre io, in un certo senso, non ci sono. Immagino e sento.

Mi piacciono forse di più altri giorni della settimana. Mi piace il mercoledì.
Perché sta in mezzo, e non c’è la tensione dell’inizio o la distensione della fine, non c’è salita o discesa, perché sono tutti impegnati, ed io con loro.
Perché il mercoledì è quotidiano. E qualsiasi cosa avvenga in più è bella anche se è semplice.
Se qualcuno suona il campanello mentre studi e ti viene a trovare, sei felice.
Bersi un caffè coi biscotti al pomeriggio.
Chi torna da pianoforte, chi va a basket.
Chi è stanco dopo il lavoro. E allora guardiamoci qualcosa.
È quotidiano. Mi piace.

Ci sono volte in cui i giorni sono tutti uguali, perché si è fermi sulla stessa cosa da troppo tempo.
Ma non voglio più che esistano i lunedì tristi e i sabato felici. I martedì indecisi e le domeniche malinconiche.

È tempo di andare al cinema quando tutti ti dicono che dovresti stare a casa. È tempo di alzarti presto quando tutti dormono.
“La parte più grande del mio tempo la passo a rimpicciolirla”, e quella più piccola la dilato più che posso.

Francesca

Ciao, mi chiamo Francesca. Sono nata il 25 febbraio e per mestiere vivo da vent'anni in un cassetto di sogni stropicciati. Le farfalle che abitano il mio stomaco passano di tanto in tanto a trovare i pensieri nella mia testa, dove vivono a forma di palloncini. Ho due cuori, uno è un battito di ciglia, l'altro un prisma con venti facce triangolari. Ho guardato a lungo uno specchio che mi ricordava quella che sembravo e non quella che ero, ma da oggi voglio navigare senza le vele. Lontano.

Articoli correlati
Lettera di un Walkman allo Streaming

Lettera di un Walkman allo Streaming

Caro Stream, Probabilmente non leggerai fino alla fine questa lettera.…

B)SIDE

B)SIDE

Benvenuti nel blog numero ZERO, che formalmente non è il…

Una cosa

Una cosa

Ciao lettore di blog, di cassetti, di calzini, di quello…

9 Discussion to this post

  1. d.macpherson scrive:

    Ciao Francesca, prima di leggere questo post non pensavo che ci fosse qualcun altro che amasse il mercoledì.
    Complimenti per quello che scrivi (e come lo scrivi).

  2. mike3am scrive:

    Ti ho scoperta di mercoledì notte.
    Ti ho scoperta in un pezzettino così piccolo di notte che mi sono sembrate ore. E non mi stai facendo andare a dormire, perché non vedo la fine. Ma forse non la sto cercando.
    Dopotutto è solo mercoledì.

  3. Antonella scrive:

    Ciao Francesca. Anche a me piace il Mercoledì perchè:
    1- Mangio dai miei nonni;
    2- Quando è mercoledì gli altri giorni passano in fretta e arriva già il weekend;
    3- E’ l’unico giorno di cui io esco con i miei amici perchè anche io il sabato non esco quasi mai.
    Questi sono i miei motivi. L’altro giorno che amo è Sabato perchè faccio shopping ihihih

  4. Roberto scrive:

    Volevo dirti che seppur impegnato in un compito tremendamente sofferente, che a volte mi porta a condividere dolori angosciosi, a toccare ferite ancora aperte, discernere tra le speranze vane… ma mi lancia anche in una dimensione senza tempo carico di amore solo ricevuto, non meritato dove rimane solo il dono delle lacrime… Io sono con te

  5. albino scrive:

    incantato

  6. Marco scrive:

    Ho scoperto solo da poco il tuo blog e si tratta di un altro tassello che definisce la persona versatile e intelligente che sei. Scrivi molto bene e cose mai banali con la semplicità e la dolcezza che contraddistinguono tutto quello che fai. Ad ogni modo concordo sul fatto che il mercoledì sia un giorno speciale: era mercoledì 10 febbraio quando sei salita sul palcoscenico dell’Ariston e ho scoperto il tuo eccezionale talento.

  7. Roberto scrive:

    Ciao Francesca. Leggo (e molto spesso rileggo) i tuoi post su questo blog e noto sempre con grande piacere quanto i miei pensieri, che delle volte non sono in grado di esprimere, seguano i tuoi. Tipo questo riguardo il sabato sera. Quanto odio quando la gente ti chiami e ti dica: “è sabato sera! Dove andiamo?” come se a loro non importi affatto di te, ma vogliano solo avere qualcuno con cui uscire solo perché “è sabato sera e la gente esce”. Anch’io inoltre, come te adoro il mercoledì, perché riesco molto spesso ad andare al cinema con le persone a cui tengo davvero, invogliati soprattutto dal fatto che, almeno nella mia città, quel giorno si paghi ridotto. Ma non disdegno affatto nemmeno il lunedì, proprio perché l’associazione studentesca della mia università è riuscita ad organizzare, in accordo con un cinema, la proiezione di pellicole che sono appena state sostituite nelle altre sale, a prezzo ridottissimo. Quindi Peach, spero di poterti incontrare (di nuovo) molto presto e ti auguro, come sempre, in bocca al lupo per ogni cosa.

  8. Gaia scrive:

    Ciao Francesca! Sono Gaia una ragazza di 15 anni,volevo farti sapere che ti apprezzo tantissimo (anche se penso che te lo avranno detto in tanti). Spero un giorno di poterti rincontrare(ti ho vista al firmacopie di di20are) conoscerti meglio a tu per tu,perché da quel che sento anche nelle interviste e da quello che leggo nel blog sei una ragazza semplice,disponibile, simpatica e con un intelligenza elevata…insomma un carattere simile al mio.
    Ci vediamo presto! Un abbraccio ?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Premi "Invio" per cercare.