B)SIDE

Menu e Ricerca

Caffellatte

francesca_dicembre_1

Ti capita mai di pensare troppo, talmente tanto da non riuscire a fare nient’altro che pensare e decidere allora che è il momento di preparare una torta? Una torta, subito, farina uova burro zucchero cioccolato, ogni grammo di ogni ingrediente come un pensiero a cui non pensare?

Ti succede di sentirti incompiuto, come una sorta di pop corn inesploso? Un chicco di mais non ancora evoluto, in tensione, che non è più ma ancora non è?
Qualche sera alle feste rimani in un angolo senza ballare, fissando tutte le persone, le loro scarpe, i loro capelli, le loro braccia che si muovono veloci in mezzo alla stanza mentre le luci si alternano e vibra il pavimento e sembra un mantra infinito?

A volte anche tu rimani incantato dalle volute di latte che macchiano il caffè? E immagini nuvole, fantasmi, qualcosa che ti stupisca e ti trasporti?

Entri mai in una libreria e anziché cercare un libro preciso, cerchi un messaggio chiarificatore sulla tua vita leggendo con ordine casuale le copertine dei romanzi e dei racconti? Come se quei titoli fossero degli imperativi morali o dei segreti o delle parole criptiche che possono aiutarti a capire tutto?

Hai presente l’emozione di un viaggio verso casa su un treno che si sta per fermare e il sorriso morbido sulle labbra nel sapere che qualcuno è al binario ad aspettarti?
Ti piace ogni tanto parlare poco, ascoltare il rumore del vento, sentire il profumo del freddo e pensare che ci sarà sempre un nido caldo a cui potrai tornare?

Francesca

Ciao, mi chiamo Francesca. Sono nata il 25 febbraio e per mestiere vivo da vent'anni in un cassetto di sogni stropicciati. Le farfalle che abitano il mio stomaco passano di tanto in tanto a trovare i pensieri nella mia testa, dove vivono a forma di palloncini. Ho due cuori, uno è un battito di ciglia, l'altro un prisma con venti facce triangolari. Ho guardato a lungo uno specchio che mi ricordava quella che sembravo e non quella che ero, ma da oggi voglio navigare senza le vele. Lontano.

Articoli correlati
Lettera di un Walkman allo Streaming

Lettera di un Walkman allo Streaming

Caro Stream, Probabilmente non leggerai fino alla fine questa lettera.…

B)SIDE

B)SIDE

Benvenuti nel blog numero ZERO, che formalmente non è il…

Una cosa

Una cosa

Ciao lettore di blog, di cassetti, di calzini, di quello…

5 Discussion to this post

  1. Gloria scrive:

    Verissimo!!! Sempre!!!
    Sopratutto quando sono triste! Svolte preparo dolci altre scrivo
    Oppure ascolto musica
    Immagino, e sogno!!
    Sogno di realizzare tutti i miei sogni.
    ❤️ tutti i racconti messi in questo blog sono belli ma questo ho dovuto proprio commentarlo perché mi rispecchia!! Francesca ancora una volta sei fantastica!!!❤️???

  2. Stefano scrive:

    Eccomi qua, il pop corn inesploso! Un chicco sommerso da tonnellate di pensieri per cercare di uscire da questa fase di stallo! Forse perché non ho ancora trovato il libro che mi rischiari la mente o forse perché alle volte nelle sere d’estate non uscivo con gli amici e me ne restavo nel giardino di casa ad aspettare un imminente temporale. Impossibile perdersi il profumo della terra bagnata dalle prime gocce di pioggia, o il maestoso spettacolo di luci messo in scena dai lampi! In attesa di esplodere ascolto di20 e preparo una crostata alla frutta sperando di tornare sempre in un nido caldo dove l’ amore esiste. Ciao Francesca!!! ??❤

  3. sono quelle piccolezze che rendono simili persone diverse e sconosciute. Sono quelle piccolezze che ci piace condividere per sentirsi meno soli, come parte di una tacita comunità di alieni

  4. Miss Dreamer scrive:

    Pensieri, pensieri e ancora pensieri. Per alleggerire la mia anima scrivo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Premi "Invio" per cercare.